Stemma Comune di Sarzana

Turismo e Cultura

Città gemellate-Vellefranche de Rouergue Amministrazione Servizi al cittadino Turismo e cultura Manifestazioni Eventi  English version

Vista aereaVillefranche de Rouergue è situata nella valle dell' Aveyron, sulla faglia geologica che separa Causse (terre del grano) da Ségala (terra della segale).
Nella zona ci sono miniere di rame, piombo, stagno, ferro e argento.
E' presente anche l'estrazione di fosfati e di pietre da taglio.

Quando i Capetingi affermarono il potere sulla Contea di Tolosa in seguito al matrimonio di Alfonso di Poiters con l'ereditiera della contea Jeanne de Toulouse, figlia dell'ultimo conte Raimondo VII, l'antica capitale amministrativa della Rouergue, Najac, sede della "sénéchaussée" della Rouergue, fu giudicato troppo fedele alla vecchia dinastia raimondina.

Alfonso di Poiters fu indotto a costruire una nuova città a qualche chilometro di distanza e di trasferire là la sede della sua amministrazione allo scopo di rompere i vecchi vassallaggi.

Egli fonda quindi nel 1252 Villefranche de Rouergue, e gli concede esenzioni fiscali per assicurare il successo dell'impresa, da qui il nome della città.

La nuova città, creata da zero, fu disegnata con una pianta a scacchi, secondo le regole urbanistiche dell'antica Roma.
Questo piano è assai regolare con due vie che si tagliano a angolo retto convergenti verso la piazza principale dai bordi occupati da portici, luogo privilegiato per le attività commerciali, oggi piazza del mercato.

La regioneDate dei principali avvenimenti

  • Nel 1256, fu stabilita una carta delle consuetudini.
    Regolamentava le transazioni commerciali e confermava alla città il suo ruolo di luogo di scambi. Ricchi mercanti e nobili si sistemarono per tali motivi nella nuova città.
  • Nel 1347 la città si dotò della Bastia (piccola fortezza a forma quadrata chiusa intorno da un fossato e da un terrapieno).
  • Nel 1443, all'epoca della sua venuta, Carlo VII offre le vetrate per la chiesa di Notre-Dame.
  • Il XVII secolo segnò la città: la peste del 1628 che decima un terzo della popolazione e la rivolta degli zotici nel 1643.
  • Nel 1779, Villefranche raggiunse il suo apogeo quando diventa capoluogo della nuova provincia di Haute-Guyenne.
    Una posizione che gli aprirà prospettive economiche ed un consacrazione intellettuale.
  • Il declino conseguente alla Rivoluzione, le toglie il suo stato di capitale a beneficio di Rodez, che diventa prefettura del nuovo dipartimento dell' Aveyron.

La città ha dato i natali ad alcuni personaggi celebri tra cui:

  • Maresciallo di Belle Isle (1684-1761)
  • Sant'Emilia di Rodat (1787-1852)
  • Vincent Cibiel (1797-1871)
  • Francis Carco (1886-1958)
  • Robert Fabre (1915)

La cattedrale di Notre-DameMonumenti e attrattive turistiche:

  • Chiesa di Notre-Dame (XII-XVI secolo) il cui impressionante campanile-androne di 58 metri   di altezza domina la città.
  • Piazza dei Coperti: questa piazza, interamente circondata di portici medievali, rappresenta il cuore della città.
  • La vecchia Bastia (XIII secolo) una delle più tipiche bastie dell' Occitania, con il sua pianta ortogonale, e che ha salvaguardato numerose antiche case medievali.
  • Antica Certosa di San Salvatore (XV secolo) con i suoi due chiostri, di cui uno in stile gotico fiammeggiante.
  • La Cappella dei Penitenti Neri (XVII secolo), di cui la volta ed i legni interamente dipinti: è un raro esempio nella Rouergue di costruzione barocca.
  • Il Castello della Gironda (XVI secolo).
  • Abazzia cistercense di Loc-Dieu (10 chilometri verso ovest).

Per maggiori informazioni sulla città di Villefranche de Rouergue visita il sito web di Villefranche de Rouergue.


© Comune di Sarzana
info@comune.sarzana.sp.it
Ultima modifica
22.03.2012
e-mailP.E.C.
protocollo.comune.sarzana@postecert.it