Stemma Comune di Sarzana - Torna alla home Page

Manifestazioni

 Sconfinando Amministrazione Servizi al cittadino Turismo e cultura Manifestazioni Eventi  English version

SCONFINANDO - 2011
XX Festival Internazionale di
Musica e Suoni dal Mondo

Comune di Sarzana Assessorato alla Cultura e
Assessorato Turismo e Attività Produttive
Soprintendenza Beni Storici e Ambientali, Regione Liguria
Città di Sarzana - Itinerari Culturali s.c.r.l.

Fortezza Firmafede
Cittadella - Centro Storico
04 Giugno - 02 Agosto 2011

 

Evento 18

LUDOVICO EINAUDI (Italia)
Martedì 2 agosto - ore 21,30
Fortezza Firmafede

“Nightbook Tour”

Ludovico Einaudi, compositore e pianista.
La sua musica affonda le radici nella tradizione classica con l’innesto di elementi derivati dalla musica pop, rock, folk e contemporanea.
Le sue melodie, profondamente evocative e di grande impatto emotivo, lo hanno reso oggi uno degli artisti più apprezzati e richiesti della scena musicale internazionale.
A seguito del suo ultimo album, Nightbook (Decca 2009), si esibito in un tour europeo di oltre 80 concerti, culminato nel marzo del 2010 con un concerto alla Royal Albert Hall di Londra davanti a 5000 persone.
Tiene concerti e promuove la sua musica in tutto il mondo.
Si è diplomato in composizione al Conservatorio G. Verdi di Milano, e si è perfezionato sotto la guida di Luciano Berio.

Verso la fine degli anni Ottanta attraversa un periodo di sperimentazione e ricerca, durante il quale inizia a collaborare con il teatro e la danza.
Nel 1990 pubblica “Stanze”, 16 composizioni interpretate dall’arpa elettrica di Cecilia Chailly.
L’album viene pubblicato anche in Inghilterra: si racconta che quando la BBC mandò in onda alcuni brani, la segreteria dell’emittente britannica andò in tilt per rispondere agli ascoltatori che volevano sapere chi era l’autore.

Ma è l’album “Le Onde” (1996) che rappresenta il vero punto di svolta nella sua carriera.
Con “Le Onde” Einaudi compone e interpreta un ciclo di ballate per pianoforte ispirato dall’omonimo romanzo di Virginia Woolf.
Il disco, concentrato di quel suono circolare, avvolgente e minimalista che diventerà la cifra del suo stile, sarà pubblicato un paio di anni dopo nel Regno Unito, riscuotendo unanime consenso di pubblico e di critica.
Nel frattempo il regista Nanni Moretti sceglie alcuni brani per il suo film “Aprile”, a cui faranno seguito una serie di proficue e premiate collaborazioni con il cinema.
Segue la ricerca sull’approfondimento della canzone strumentale iniziata precedentemente, con l’aggiunta di un quintetto d’archi e della collaborazione con il grande musicista armeno Djivan Gasparijan.

Sul finire del 2001 è tempo di “I Giorni”, altra raccolta di brani per piano solo, sulla scia di un viaggio in Mali - terra di cantastorie e di antiche tradizioni musicali durante il quale Einaudi incontra il maestro della kora Toumani Diabate.
L’album possiede una sua particolare leggerezza, ma allo stesso tempo è ricco e profondo.
Melodie lineari, tanto suggestive da apparire ancestrali, già esistenti dentro ognuno di noi.
In Mali ritornerà nel gennaio 2003, per partecipare alla terza edizione del’Festival au Désert.
Questa volta a riportarlo in Africa è Ballaké Sissoko, altro mostro sacro della kora.
Einaudi ricambierà l’ospitalità invitando Sissoko in Italia per una serie di concerti e per registrare l’album “Diario Mali”.

Un brano di quella pertormance, “Chameaux”, sarà inserito nel disco dal vivo “Le Festival au Désert”.
Nel 2006 esce “Divenire” registrato in Inghilterra con la Liverpool Philarmonic Orchestra che riscuote un grandissimo successo di critica e di vendite (Disco d’oro in Italia).
L’album contiene brani orchestrali di grande impatto sonoro insieme ad intense composizioni per piano solo e alcune sperimentazioni sonore di grande suggestione.
Da quel momento, Einaudi inizia un tour fortunato e pressoché infinito, che lo porta in giro per tutto il mondo, offrendogli spunti per collaborazioni inedite e sempre più stimolanti, in bilico tra suoni classici e d’avanguardia, suggestioni etniche ed elettronica.

Nel 2010 è stato Maestro Concertatore della serata conclusiva del festival “La Notte della Taranta” a Melpignano, davanti a 100.000 persone.
L’incarico gli è stato rinnovato per l’edizione del 2011.

 

Pianoforte
Ludovico Einaudi
 
Violino e chitarra
Federico Mecozzi
 
Violino e percussioni
Mauro Durante
 
Viola
Antonello Leofreddi
 
Violoncello
Marco Decimo
 
Electron ics
Robert Lippok

 

Link:
www.einaudiwebsite.com

© Comune di Sarzana
info@comune.sarzana.sp.it
Ultima modifica
21.03.2012
e-mailP.E.C.
protocollo.comune.sarzana@postecert.it