Stemma Comune di Sarzana - Torna alla home Page

Manifestazioni

 Suona Garibaldi Amministrazione Servizi al cittadino Turismo e cultura Manifestazioni Eventi  English version

SUONA GARIBALDI
XII° Edizione

Piazza Garibaldi
23 e 24 Luglio 2011

Suona Garibaldi 2011 - Dodicesima edizione.

Promuovere una rassegna musicale a Sarzana offrendo spazio e voce alle più originali e riconosciute proposte musicali: questo il senso del progetto, nato quasi per scherzo, che ci ha portato alla realizzazione di “Suona Garibaldi!” e che, grazie al contributo di tanti appassionati, di molti sponsor, delle Istituzioni locali e di diverse associazioni culturali, è cresciuto anno dopo anno coinvolgendo sul palco di Suona Garibaldi non solo gruppi emergenti legati al nostro territorio, ma anche protagonisti di prima qualità del panorama musicale italiano.

In queste prime undici edizioni possiamo dire con entusiasmo che a Suona Garibaldi hanno suonato oltre 50 gruppi musicali, provenienti dal nostro territorio, dalla Lunigiana, dalla vicina Toscana e soprattutto dalla Liguria: “Suona Garibaldi!” arriva quest’anno alla dodicesima edizione e consolida lo stretto legame d’identità con la piazza che l’ha visto nascere e crescere, quella piazza del centro sarzanese - piazza Garibaldi - resa pedonale dodici anni fa e oggi fulcro del ritrovo giovanile, affascinante scorcio per turisti e residenti, e splendida cornice per “Suona Garibaldi!”.

Baudone, Picci e Imparato (2006)Anche quest’anno non manca l’attenzione alla musica popolare e regionale grazie ad un ricco programma che prevede 15 artisti provenienti dal territorio tosco-ligure, una serata interamente dedicata al jazz, una serata destinata alla creatività dei cantautori e anche una bella presenza di musicisti sarzanesi durante il week end della rassegna.
Vogliamo continuare nei prossimi anni questa importante manifestazione, entrata ormai a pieno titolo nel calendario dell’estate sarzanese, sostenendola con convinzione e sobrietà in questo particolare periodo economico e sociale che stiamo ancora attraversando, cercando di fornire memorabili momenti di esibizione alle diverse espressioni musicali, locali e non, giovani e meno giovani.

Un ringraziamento sincero va quindi a tutti gli organizzatori, agli sponsor e a tutti coloro che hanno reso possibile con il loro entusiasmo anche quest’anno “Suona Garibaldi!”

Massimo Baudone

 

Direzione Artistica -
Organizzazione -
 
 

Arci Valdimagra
Massimo Baudone,
Rodolfo Conti,
Matteo Delvecchio

 

Sabato 23 Luglio dalle 21.30

SERATA JAZZ

Donnole Martiri Trio

Veronica De Simone
Lorenzo Cavazzini
Gian Paolo Bertone

: voce
: chitarra
: contrabbasso

Il Donnole Martiri Trio nasce nel 2009 ed è formato da Veronica De Simone alla voce, vincitrice dell'edizione 2010 del Tour Music Fest, Lorenzo Cavazzini alla chitarra, insegnante di chitarra in varie scuole della zona, e Gian Paolo Bertone al contrabbasso, studente all'Accademia "Percento Musica" di Roma, che torna al “Suona Garibaldi!” dopo l’esibizione di due anni fa con l’"Artet Jazz Quartet".
Il repertorio da loro toccato è principalmente di tradizione blues, jazz e soul fino ad influenze funky e rock.
Per la serata di “Suona Garibaldi!” di sabato 23 luglio presentano inoltre arrangiamenti di classici famosi della tradizione blues e jazz in chiave molto diversa dall'originale.

Concerto PanAmericano:
Imparato Jazz Band

Andrea Imparato
Anna D'Acunto
Leo Ravera
Diego Piscitelli
Daviano Rotella

: sax e flauto
: voce
: pianoforte
: contrabbasso
: batteria

Andrea Imparato torna al “Suona Garibaldi!” con un gruppo composto da 5 elementi, l’“Imparato Jazz Band”, che quest’anno presenta al pubblico di Piazza Garibaldi un originale percorso musicale attraverso i suoni e le vicende umane del nuovo continente: per la serata inaugurale di “Suona Garibaldi!” 2011 musiche dagli Stati Uniti, dal Brasile, da Cile, dall’Argentina e da Cuba, il tutto all’insegna del jazz, del blues e della migliore arte afro-americana.
Racconti e suoni tra l’oppressione del colonialismo e il sogno di libertà e giustizia dei popoli nativi.

 

Domenica 24 Luglio dalle 21.30

SERATA CANTAUTORI

Renzo Cozzani Trio

Renzo Cozzani
Alessandra Rossi
Francesca Rossi

: voce, chitarra, banjo
: voce, clarinetto, sax
: voce, violoncello

Ispirato ai grandi modelli del folk-rock d’oltreoceano, il concerto si basa sulla proposta di canzoni originali in lingua italiana di Renzo Cozzani unite alla riproposizione di brani dei maestri della canzone nordamericana quali Bob Dylan, Leonard Cohen, Neil Young e molti altri: “Dall’Atlantico al Mar Ligure” è un concerto semi-acustico di musica d'autore che ricrea un clima musicale di notevole suggestione anche grazie all’accompagnamento di una piccola band dalle molteplici soluzioni sonore.
Renzo Cozzani è attivo da lungo tempo nella scena musicale locale e nazionale, ricordiamo la sua partecipazione ai Maggie’s Farm Folk Fest (Dylan Tribute) del 2005 (Roma) del 2006 (all’interno del Pistoia Blues) e del 2007 (Città di Castello); al Neil Young Tribute del novembre 2005 a Roma ed ai Townes Van Zandt Tribute del 2007, 2008 e 2009 a Como.
All’interno della sua attività live di questi ultimi anni vanno ricordati anche alcuni eventi particolari come il concerto tenutosi nel dicembre 2007 nel carcere della Spezia, l'apertura del concerto di Elliott Murphy durante la Notte Bianca del marzo 2008 alla Spezia, l’apertura delle date liguri del tour italiano della cantautrice canadese Linda McRae nella primavera 2009.
Nel 2010 Renzo Cozzani ha inoltre registrato e commercializzato il Cd “Fuori dalle Mura”, una raccolta di canzoni originali appositamente realizzata a beneficio dell’Associazione di Solidarietà Internazionale “Progetto Continenti”, attiva nella cooperazione internazionale con il CentrAmerica, l’Africa ed il Sud-Est Asiatico.
Quest’anno debutta al “Suona Garibaldi!”.

Stefano Barotti & Band

Stefano Barotti
Marco Kaserer
Pietro Bertilorenzi
Michele Guadagnucci

: chitarre e voce
: chitarre
: basso
: batteria

Attento osservatore del quotidiano, incline alla riflessione introspettiva, Stefano Barotti sembra riassumere le contraddizioni della sua terra d'origine - la Riviera Apuana - da sempre luogo di passaggio.
Il suo stile è legato alla tradizione della musica d'autore italiana e a quella folk americana.
Forma la sua prima band nel '91, all’età di 19 anni.
E' il 1995 e Stefano comincia a scrivere cesellando sempre di più i suoi testi in un progetto acustico che lo vede proporre i suoi brani nei piccoli locali della sua zona: chitarra, percussioni, contrabbasso, fisarmonica e sax sono gli strumenti che fanno da sfondo alle sue composizioni.
Siamo nel 1997 quando l'incontro con Roberto Alvino lo porta a Roma da Ennio Melis, ex direttore artistico della RCA.
Poco dopo i contatti con Music Village e Simone Grassi che accoglierà con piacere la possibilità di produrre Stefano.
Nel 2003 è alla quarta edizione di “Suona Garibaldi!” presentando un’apprezzatissima serata di musica d’autore italiana.
A metà degli anni 2000, comincia la sua collaborazione con Jono Manson (produttore e chitarrista songwriter americano) e la casa discografica Club de Musique Records: le registrazioni del suo primo disco cominciano al Jux Tap di Sarzana (SP) per essere ultimate qualche mese dopo in New Mexico negli studi Medio Media di Jono Manson.
Il titolo sarà "Uomini in costruzione": una miscellanea di suoni che ricordano il mediterraneo, la Toscana, un'italianità musicale legata ai testi dove affiorano maestri come Fossati, De Andrè e De Gregori, oltre naturalmente a Cat Stevens e Bob Dylan.
Durante il soggiorno negli Stati Uniti per le fasi finali del missaggio collabora con Jaime Michaels, raffinato songwriter di Santa Fe, per lui scrive e canta alcuni versi nella canzone "Somewhere like Italy": e’ l’occasione per esordire dall'altra parte dell'Oceano con un concerto al Railyard Performance Center dove riscuote notevoli consensi da pubblico e critica.
Le sue canzoni sono frutti di un lavoro svolto ancora con le mani e con il cuore: nel suo secondo disco, "Gli ospiti", si respirano l'odore delle pelli, il soffio dei fiati e il ritmo delle corde che si muovono in armonia con il suono di una voce semplice, che ama cantare i risvolti della vita rintracciabili nella bellezza delle piccole cose.

 

Materiali:
Locandina (PDF 802K)

 

Edizioni precedenti

© Comune di Sarzana
info@comune.sarzana.sp.it
Ultima modifica
21.03.2012
e-mailP.E.C.
protocollo.comune.sarzana@postecert.it