Stemma Comune di Sarzana - Torna alla home Page

Servizi

 SUAP - Attività turistico ricettive Amministrazione Servizi al cittadino Turismo e cultura Manifestazioni Eventi  English version

• SUAP  • Agricoltura  • Artigianato   • Commercio  • Industria  • Turismo  • Asili Nido  • Presidi
• Urbanistica  • Ambiente  • Prevenzione          • FAQ  • Links  • News


Il turismo rappresenta per Sarzana un'importante risorsa economica, anche se meno rilevante rispetto a quanto sia in altre sub aree e/o Comuni della Provincia di La Spezia. Le attività turistiche sono legate al mare ed al fiume, sia in modo diretto che indotto (rimessaggi e cantieristica nautica), alla fascia collinare, ed alle ampie zone immediatamente confinanti con la fascia costiera, particolarmente idonee all'insediamento di attività ricreative e sportive.

Non è facile isolare un settore ''turismo'' nell'universo delle aziende. Infatti, imprese che operano più o meno direttamente e/o esclusivamente nel turismo, si trovano, secondo la classificazione adottata nei Registri Imprese, non accorpate in un'unica sezione, bensì disperse in numerose categorie o classi di varie sezioni, per lo più relative ai servizi.

E' possibile fare riferimento alla sezione H ''Alberghi e ristoranti'' tenendo, però, a mente sia le attività che essa comprende (vedere nota sottostante) ma soprattutto quelle che non comprende: stabilimenti balneari, agenzie turistiche, rimessaggi imbarcazioni, solo per citare le più importanti. Inoltre, le stesse attività di ristorazione non hanno, ad evidenza, solo i turisti quali fruitori.

La sezione H ''Alberghi e ristoranti'' comprende:
1. Alberghi e motel, con e senza ristorante
2. Campeggi ed altri alloggi per brevi soggiorni
3. Ostelli della gioventù e rifugi di montagna
4. Campeggi e aree attrezzate per roulottes
5. Altri tipi di alloggio n.c.a. (non classificati altrove), tra cui: villaggi, colonie, affittacamere.
6. Ristoranti
7. Bar
8. Mense
9. Fornitura di pasti preparati

Particolare attenzione viene data all'attività di Bed&Breakfast e di Agriturismo

Tabella 1strutture alberghiere nel Comune di Sarzana
Strutture alberghiere (A) Strutture extralberghiere (B) Totale Numero posti letto
8 1 9 416

Normativa Turismo

La disciplina sul turismo è prevista dalla Legge n. 135 del 29 marzo 2001 (riforma della disciplina nazionale del turismo), riconoscendo il ruolo strategico del turismo nel Nostro Paese, nel contesto internazionale e nell'Unione europea, per la crescita culturale e sociale delle persone e della collettività, e per favorire le relazioni tra popoli diversi.

La Regione Liguria si è occupata delle attività turistiche di tutto il territorio ligure, emanando al riguardo molte Leggi regionali, distinte per tipologia di attività.

Ai fini dello Sportello Unico per le Attività Produttive, la normativa di riferimento è riferita alle Strutture ricettive divise rispettivamente in tre categorie:

Aziende ricettive alberghiere

Sono aziende ricettive alberghiere gli esercizi pubblici a gestione unitaria che offrono ospitalità al pubblico in uno o più stabili o parti di stabili. La gestione può comprendere servizi di ristorante e bar.

Albergo
un'azienda che fornisce alloggio ai clienti in unità abitative costituite da noumeno di 7 camere, anche dotate di eventuali locali e servizi accessori con esclusione di cucina o posto cottura.

Villaggio-albergo
un albergo caratterizzato dalla centralizzazione dei principali servizi in funzione di unità abitative dislocate in più stabili e dall'inserimento dell'insieme ricettivo in un'unica area recintata e attrezzata per il soggiorno e lo svago della clientela.

Motel
un albergo attrezzato per la sosta e l'assistenza delle autovetture o delle imbarcazioni. Assicura servizi di riparazione, rifornimento carburanti e parcheggio per un numero di automobili o di imbarcazioni superiore del dieci per cento a quello delle unità abitative. Fornisce servizi di bar e ristorante o tavola calda e fredda.

Residenze turistico-alberghiere
le aziende che forniscono alloggio ai clienti in non meno di sette unità abitative arredate, costituite da uno o più locali con cucina o posto-cottura.

Nelle residenze turistico alberghiere non può essere fornita ospitalità per periodi inferiori a sette giorni. Tale limite è ridotto a due giorni per le aziende cui sia attribuito un livello di classificazione non inferiore a tre stelle.

Locanda
Aziende ricettive alberghiere che hanno un numero minimo di camere compreso tra 3 e 6 unità.
Sono equiparate a tutti gli effetti agli alberghi ad una stella e alle stesse si applicano le agevolazioni previste dalle Leggi regionali vigenti.
Adottano come segno distintivo quello previsto dagli alberghi, con la dicitura locanda e senza l'indicazione delle stelle (Legge regionale n. 49 del 15/11/1996).

Aziende ricettive all'aria aperta

Sono aziende all'aria aperta gli esercizi pubblici a gestione unitaria che offrono ospitalità al pubblico in aree recintate e attrezzate per fornire alloggio sia in propri allestimenti minimi sia in spazi atti a ospitare clienti muniti di mezzi di pernottamento autonomi e mobili. La gestione unitaria dell'azienda può fra l'altro comprendere servizi di ristorante spaccio, bar e rimessaggio dei mezzi di pernottamento.

Villaggio turistico
un'azienda organizzata per la sosta e il soggiorno in tende o caravan o altri allestimenti minimi  di turisti che non utilizzano mezzi priori di pernottamento.

Campeggio
azienda organizzata per la sosta e il soggiorno di turisti provvisti di tenda o di altri mezzi autonomi di pernottamento che siano trasportabili dal turista per via ordinaria senza ricorrere a trasporto eccezionale.

Parco per vacanze
azienda organizzata per la sosta e il soggiorno di turisti provvisti di tende, caravan o altri mezzi autonomi di pernottamento che siano trasportabili dal turista per via ordinaria senza ricorrere a trasporto eccezionale, in cui l'occupazione delle piazzole con i mezzi - consentita per periodi limitati, comunque non superiore al periodo annuale di apertura del complesso ricettivo e resa a fronte di corrispettivi forfettari - prescinde dalla continua effettiva presenza degli ospiti.

Classificazione delle aziende ricettive

Le aziende ricettive sono classificate dalla Provincia territorialmente competente in diversi livelli, contrassegnati con un numero di stelle variabili da uno a cinque, in relazione al tipo di appartenenza, alle indicazioni e prescrizioni stabilite dalla L.R. n.11/1982 e ai requisiti in possesso. I livelli di classificazione attribuibili sono rispettivamente: cinque per gli alberghi (da 1 a 5 stelle), tre per le residenze turistico-alberghiere (da 3 a 5 stelle), quattro per i villaggi turistici e per i campeggi (da 1 a 4 stelle).

Aziende ricettive extralberghiere

Sono disciplinate dalla L.R. 13/92

Casa per ferie
Struttura ricettiva attrezzata per il soggiorno temporaneo di persone o gruppi di persone gestite al di fuori dei normali canali commerciali da enti pubblici associazioni o enti operanti senza scopo di lucro per finalità sociali, culturali, assistenziali, religiose o sportive o anche da enti o aziende per il soggiorno dei propri dipendenti e loro familiari. I complessi ricettivi possono essere strutturati e attivati per consentire il soggiorno di gruppi autogestiti sotto la responsabilità del titolare dell'autorizzazione. La disciplina delle case per ferie si applica anche ai pensionati universitari, casa della gioventù, case religiose di ospitalità, foresterie, case per esercizi spirituali, centri di vacanze per anziani, centri di vacanze per minori e simili.

Ostello per la gioventù
Struttura ricettiva attrezzata per il soggiorno e il pernottamento dei giovani e degli accompagnatori dei gruppi di giovani gestita al di fuori dei normali canali commerciali, da enti pubblici, enti di carattere morale o religioso e associazioni operanti senza scopo di lucro nel campo del turismo sociale e giovanile per finalità sociali e culturali.

Rifugio alpino
Struttura ricettiva che offre ospitalità e ristoro agli alpinisti in zone isolate di montagna raggiungibili normalmente attraverso mulattiere e sentieri e anche, purché per periodi dell'anno limitati, con strade carrozzabili.

Rifugio escursionistico
Struttura ricettiva idonea ad offrire ospitalità e ristoro ad alpinisti ed escursionisti in zone montane di altitudine superiore a 700 m slm anche servite da strade carrozzabili.
La disciplina dei rifugi escursionistici si applica anche alle strutture ricettive poste lungo itinerari escursionistici di interesse nazionale o regionale e che pur possedendo le caratteristiche indicate si trovano in località inferiore a m. 700 slm.
I rifugi alpini e quelli escursionistici possono essere gestiti da enti pubblici da enti o associazioni statutariamente operanti nel settore dell'alpinismo o dell'escursionismo e da privati che hanno stipulato una convenzione col Comune competente per territorio che garantisca le finalità d'uso della struttura ricettiva.

Affittacamere
Struttura ricettiva gestita da privati che fornisce alloggio ed eventuali servizi complementari (cibi e bevande), in non più di sei camere (non più di dodici posti letto) ubicate in uno o due appartamenti ammobiliati posti in uno stesso stabile. L'attività di affittacamere può essere esercitata in modo complementare rispetto all'esercizio di ristorazione, se svolta da uno stesso titolare in una struttura immobiliare unitaria. Gli affittacamere devono assicurare anche avvalendosi della normale organizzazione familiare i seguenti servizi minimi compresi nel prezzo della camera:

  • pulizia dei locali almeno una volta alla settimana e comunque ad ogni cambio di cliente
  • cambio della biancheria almeno una volta alla settimana e comunque ad ogni cambio di cliente
  • fornitura costante di energia elettrica per illuminazione acqua calda e fredda e riscaldamento

Bed&Breakfast (B&B)

Casa e appartamento per le vacanze

Unità abitativa di tipo residenziale composta da uno o più locali, arredata e dotata di servizi igienici e cucina autonomi gestita unitariamente in forma imprenditoriale per l'affitto a turisti senza offerta di servizi centralizzati o prestazioni di tipo alberghiero nel corso di una o più stagioni con contratti di validità non inferiore a sette giorni e non superiore a tre mesi consecutivi.
Sono case e appartamenti per vacanze le unità abitative di tipo residenziale a rotazione d'uso possedute da più comproprietari per differenti periodi dell'anno e affittate a turisti in caso di non completo utilizzo da parte dei proprietari stessi. Le quote a disposizione dei turisti devono raggiungere almeno il trenta per cento del totale. Nella gestione delle case e appartamenti per vacanze devono essere assicurati i seguenti servizi essenziali per il soggiorno degli ospiti:

  • pulizia delle unità abitative ad ogni cambio di cliente
  • fornitura costante di energia elettrica per illuminazione acqua calda e fredda gas nel periodo invernale riscaldamento
  • manutenzione delle unità abitative e degli impianti tecnologici
  • locale di ricevimento recapito e assistenza degli ospiti ubicato nel Comune interessato
  • dotazione di attrezzatura idonea alla preparazione e alla conservazione dei pasti

Alloggi Agrituristici

Il S.U.A.P. mette a disposizione tutta la Normativa e tutta la Modulistica necessaria, nonché tutte le Opportunità finanziarie previste per tale settore.

© Comune di Sarzana
info@comune.sarzana.sp.it
Ultima modifica
21.03.2012
e-mailP.E.C.
protocollo.comune.sarzana@postecert.it